Risultati e modalità

  • Aumentano il flusso sanguigno e permettono una migliore ossigenazione delle cellule adipose e sciolgono il grasso attraverso
    la lipolisi (combustione del grasso)
  • Il principio alla base del trattamento ad ultrasuoni è l’emissione di onde sonore ad alta frequenza (non udibili) che hanno l’effetto di aumentare
    il flusso sanguigno nelle zone trattate, stimolando la riduzione di alcuni tipi di lesioni dei tessuti come i tralci fibrosi della cellulite

 

 

ultrasuoni

Controindicazioni

  • Dermatiti
  • Lesioni cutanee
  • Gravidanza
  • Protesi articolari
  • Vene varicose
  • Flebiti e tromboflebiti
  • Pacemaker o altri dispositivi

La differenza con la Cavitazione (ultrasuoni a bassa frequenza) è fondamentale in quanto in passato la Cavitazione ha dato diversi effetti indesiderati sia in ambito medico che estetico e per cui abbiamo volutamente deciso di escludere questo trattamento dai nostri protocolli. Combattere un inestetismo come la cellulite, significa avere un miglioramento an che degli effetti secondari ed essa collegati, come il dolore epidermico, la cattiva circolazione, la ritenzione idrica, la pesantezza delle gambe. La cellulite è provocata dall’adipe sottocutaneo che si dispone in maniera tale da dare alla pelle l'antiestetico aspetto a buccia d'arancia.

Gli ultrasuoni ad alta frequenza sono normalmente ben tollerati, a volte, possono causare qualche piccolo livido per alcuni giorni. Durante questo periodo è importante rimanere ben idratati bevendo molta acqua e seguire una alimentazione adeguata.  Questo aiuta il corpo a smaltire grassi e tossine dal corpo.

Le sedute vengono effettuate 1/2 volte a settimana e combinate con altri trattamenti a seconda dei casi.